Scritto da AA. VV.

introduzione

037 038

Il tema dell’alienazione che attraversa questo volume è stato affrontato, in diversi ambiti tematici e disciplinari, nella sua interconnessione con la dimensione sociale.

L’alienazione tocca la realtà relazionale che è il campo proprio della riflessione dell’ecologia sociale, che da tempo costituisce per noi il piano di una ricerca non puramente reattiva, quanto tesa ad individuare tutte le linee di fuoriuscita dal sistema attuale. Fin dagli ultimi numeri abbiamo così voluto restituire valore e rigore teorico a quei percorsi del pensiero critico, francese e tedesco volutamente marginalizzati o “mal interpretati” dai fautori euforici del liberismo. Le molte radici di cui si nutre questa proposta vanno così a riflettere sull’eredità marxiana, francofortese, deleuziana-guattariana ritenendo che queste continuino a mantenere un’attualità che lungi dall’essere un’esegesi costituiscano la valorizzazione di un apparato critico teorico in grado di sostenere la messa in crisi di un quadro di inciviltà e collasso che permea l’orizzonte in delirio dell’autoreferenzialità neo-liberista.

retro copertina

Attraversare le dimensioni di riconfigurazione delle vite dei singoli nel tempo della crisi pone l’urgenza di nuove interrogazioni sul prossimo futuro. Prima ancora che strettamente economica, una crisi si qualifica nel chiamare in causa i progetti di vita, le attese, tutti quei soggetti che sono espulsi dal proprio tempo. Le attuali forme assunte dall’alienazione, le sperequazioni sociali, i disastri ambientali non possono essere rivisti a partire da logiche parziali o frammentarie, occorre invece riprogettare l’esistere in chiave di sostenibilità, diritti e soddisfazione dei patti di cittadinanza.

Le nuove geografie dei territori costituiscono la radice di un domani incerto, in violenta trasformazione, che rischia di cancellare tutto quel che possiamo e sappiamo fare per rispondere alla furia di un liberismo insensato, capace di perpetuare solo la sopravvivenza delle proprie tecnocrazie.

Il transito verso un futuro diverso da quello del debito/giudizio illimitato si costruisce nel presente, riaffermando la dignità di tutte le esistenze e forme di vita.

ALTRI NUMERI IN CATALOGO

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
39. Politica e istituzioni per una filosofia in divenire
37/38. Usciti dal futuro
36. Ecosofia critica
35. Il fuori della filosofia
34. Tecnometamorfosi
33. Per un'ecologia politica
32. Dis senso
31. Caosmos
30. La catastrofe dell'immaginario
29. Corpi al lavoro
28. Spazi nomadi
27. Moltiplicare Foucault

redazione Millepiani - via Torricelli, 9    20136    MILANO - ITALY    tel. +39 02 89400869     @info
Joo Distribuzione - via Argelati, 35 20143 MILANO - ITALY tel.+39 02 8375671  fax+39 02 58112324  @info
sito realizzato da www.zerosettantacinque.it
Back to top